Ricetta degli agnolotti piemontesi
9 Marzo 2020
La Nocciola Tonda Gentile, delizia del Piemonte
23 Giugno 2020
Ricetta degli agnolotti piemontesi
9 Marzo 2020
La Nocciola Tonda Gentile, delizia del Piemonte
23 Giugno 2020

Il vino non è solo utilizzato come bevanda a cena ma può essere scelto anche come un ingrediente chiave per le tue pietanze. Gli elementi del vino, incluso lo stesso alcol, migliorano il sapore dei cibi cotti.

Generalmente, il vino in cucina viene utilizzato per sfumare. In questa maniera, il vino contribuisce alla preparazione di salse gustose e prelibate.  

Gli effetti dell’alcol del vino sul cibo

L’alcol presente nel vino aiuta a rilasciare molecole di sapore negli alimenti e contribuisce a sciogliere i grassi permettendo agli ingredienti di rivelare i loro gusti unici.

Quando aggiungi vino a una salsa, assicurati di lasciare cuocere la maggior parte dell’alcool; in caso contrario, la salsa potrebbe avere un sapore aspro e leggermente alcolico.

Come fai a sapere quando è abbastanza? Dopo aver aggiunto il vino, cuoci la salsa fino a quando non si riduce di circa la metà. Mentre l’alcool brucia, il sapore della salsa si concentra, diventando più delizioso.

L’acidità dei pomodori con il Barolo

Hai mai abbinato il sugo al Barolo? Il Barolo è un vino rosso prodotto della regione del Piemonte, in particolare nelle Langhe, la parte nord-occidentale e a circa 6-7 chilometri da Alba. I vini sono ottenuti dal Nebbiolo, un vitigno rosso a buccia sottile e piccolo, generalmente ricco di acido e tannini. In Piemonte, il Nebbiolo è uno dei primi vitigni a subire il germoglio e l’ultimo ad essere raccolto, con la raccolta generalmente effettuata a fine ottobre.

L’utilizzo del vino consente di eliminare l’acidità dei pomodori. Pertanto, considerando il fatto che tutti i vini presentano un certo grado di acidità è consigliabile utilizzare pentole e padelle come quelle in acciaio inossidabile o ghisa smaltata per evitarne lo scolorimento quando l’acido incontra la padella.

Quando stai preparando un piatto con uno o due sapori dominanti, vale la pena pensare ai vini che condividono quelle caratteristiche di gusto di base. Inoltre, utilizza il tuo naso per fare attenzione agli aromi dei tuoi ingredienti mentre li prepari. Questo processo può aiutarti a scegliere gli aromi nei vini e a darti idee per gli abbinamenti gastronomici.

Consigli per utilizzare il vino in cucina

Una volta stappata una bottiglia di vino, l’ossigeno viene introdotto nella scena e il vino inizia lentamente a deteriorarsi. Non importa quanto buono o costoso è il vino, alla fine si trasformerà in aceto.

Pertanto, assaggialo prima di versarlo nella padella: il vino cattivo non si trasformerà magicamente in una buona salsa. Cucinare con un vino che ormai è diventato aceto potrebbe rendere aspro e rovinare il condimento. Un modo per far durare un po’ di più il vino è refrigerarlo. Il clima freddo rallenterà i cambiamenti chimici. Un altro metodo è trasferire il vino rimasto in una bottiglia più piccola, che avrà meno aria al suo interno. Puoi anche acquistare fantasiosi congegni sottovuoto che aspirano l’aria dalla bottiglia. Una soluzione ancora più semplice, ovviamente, è bere il vino a cena prima che perda tutto il suo gusto!